Ristrutturazioni ok. Ma i pedoni dove passano?

Di recente in una via del centro storico, un ex cinema è stato oggetto di trasformazione in garage. Ciò a comportato la necessità di mantenere via Verdi aperta al traffico veicolare. Dove passano le auto (a maggior ragione nel centro storico, ma non è anacronistico?) di solito un marciapiede ai poveri passanti lo si lascia. In questo caso lo spazio è stato utilizzato fono all’ultimo centimetro per “creare” tre posti auto esterni. Ok, il privato giustamente cerca di massimizzare il proprio interesse ma…ci si è dimenticati di assicurare un passaggio ai poveri pedoni.

Eppure, nell’ambito della trasformazione, forse, si sarebbe potuto “pretendere” come contro partita almeno una straccio di passaggio pedonale…o no…? La questione, non è tanto sulla legalità ma piuttosto: si poteva trovare una soluzione ragionevole che tutelasse anche l’interesse “pubblico” del povero pedone? Secondo me sì.

Queste sono situazione che lasciano davvero sorpresi, perché fanno a pugni con tutte quelle belle chiacchere sulla “qualità urbana”. Anzi ,qui di qualità non ce n’è proprio. Alla fine i pedoni devono passare…per strada…magari dando la precedenza alle auto in pieno centro storico. Ha un senso?

2 Comments

  1. Questa zona di Varazze dovrebbe essere a traffico limitato, fornitori e corrieri ad orari prestabiliti, chi ha il posto auto sempre e chi ha attività dalle 8 alle 19. E chi ha il posto auto non dovrebbe posteggiarsi negli altri posti o nel carico merci, ma questa è un’altra storia…

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*