Gioco d’azzardo: ora si può limitarlo. Ma a Varazze non si vuole farlo.

Ora è certo. Aveva iniziato Ventimiglia con il divieto di utilizzare le slot machine durante il giorno e limitandone fortemente
l’utilizzo. Da parte del Comune di Varazze, il sindaco stesso nei verbali di Commissione sostenne che il rischio di esporsi a cause perdute e risarcimenti era praticamente certo e dunque non era possibile apportare limitazioni ulteriori. E invece il Comune di Ventimiglia (a sindaco di centro sinistra) ha vinto a tutti livelli di giudizio. E’ del tutto legittimo che un Sindaco limiti fortemente il gioco d’azzardo legalizzato.
Non basterebbe dunque per i casinò varazzini affidarsi a buoni avvocati….
La cosa è talmente consolidata che anche il Comune di Cairo (guidato dal centro destra) nei giorni scorsi ha emanato un’ordinanza per vietare l’uso di macchinette per il gioco d’azzardo dalle 07 alle 19.
E’ giusto ricordare le cifre. Sono drammatiche e vanno di pari passo – dicono le ASL e gli studi – con il progredire della crisi occupazionale, contribuendo a gettare sul lastrico famiglie intere anche con figli.
Ogni Varazzino spende ogni anno in macchinette mangiasoldi circa 2000 euro il che significa circa 3 milioni di euro solo a Varazze. Questo è l’interesse in gioco.
E Varazze non scherza: ha ben due casinò privati in pieno centro città.
Ora non ci sono più scuse. O si fa o non si vuole fare.
Le promesse elettorali in questo caso non contano: o si fa o non si fa.
Basta “copiare” la delibera di Cairo se il problema è quello….
Ora …sindaco di Varazze cosa vuole fare?

1 Commento

  1. Il movimento 5 stelle circa un anno fa aveva organizzato un incontro alla sala degli stellati dove si parlava di dipendenze patologiche da gioco d’azzardo. I relatori intervenuti erano molto qualificati, professionalmente parlando (per esempio una psicologa addetta ai lavori).
    Quella sera c’è stata molta affluenza di pubblico,segno che l’argomento interessava alla gente. Peccato solo che non ci fosse nessun rappresentante dell’attuale giunta in scadenza. Forse è perché quando “i grillini” fanno qualcosa, indipendentemente che sia giusto, è da non pubblicizzare. Maniman se fanno cose valide non si può più dire che sono incompetenti. Vero editore?

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*