Cambiamenti climatici: a rischio la costa di Varazze (compresa la T1)

Nei giorni scorsi si è tenuto un interessante convegno sulle possibili modifiche sui cambiamenti climatici a cura del Dicca, il Dipartimento di ingegneria civile, chimica e ambientale dell’Università di Genova, e del Cima, il Centro internazionale di monitoraggio ambientale.
Gli esiti sono davvero drammatici.
E si parla di 30 anni non di eternità….
E’ stato spiegato (link all’articolo de Il Secolo XIX) che il mare nel 2050 si innalzerà di 40 cm e nel 2100 di 120 cm.
Per rendere l’idea la tremenda mareggiata del 29 ottobre scorso ha comportato danni non tanto per le onde ma perché seppure per poche ore, ha comportato un innalzamento del mare di circa 70 cm.
Questo significa che senza provvedimenti seri, imponenti e pianificati gran parte della zona costiera di Varazze finirà sott’acqua.
Su questo i candidati, a parte Caprioglio che ha parlato di necessità di dighe soffolte più ampie, non si sono ancora espressi.
E’ una questione molto importante non lontana nel tempo come si pensa, e che ci si augura, sia espressamente indicata nei vari programmi.

2 Commenti

  1. Forse eri distratto o non te l’hanno detto, ma il candidato cinque stelle ha parlato,eccome se ha parlato, dell’innalzamento del mare fin dal giorno in cui si è presentato ai cittadini nella sala dell’hotel Torretti .
    Da esperto qual’e’ , è laureato in geologia, ha fatto capire anche alla gente comune il problema; infatti ha detto di confrontare le foto della foce del Teiro di quaranta anni fa con la situazione attuale.
    Dimenticavo … non si può dire che i grillini sono competenti!!!
    Meditate gente meditate …

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*