SECONDE CASE: LA STRADA DIVERSA DI PIETRA LIGURE

ex hotel in conversione immobiliare
dav

Molte città turistiche hanno il problema- opportunità (per i fortunati possessori degli immobili) di convertire i tanti alberghi e hotel in mini appartamenti da vendere sul sempre attivissimo mercato delle seconde case per lombardi e piemontesi che intendono migliorare alcun aspetti della qualità di vita.

Si spiegano così i prezzi ancora incredibilmente alti nella nostra città, con una media tra i 6000 e i 7000 euro a metro quadrato per il nuovo, circa 6 volte di più che nell’90% del nostro territorio nazionale. Un appartamento nuovo significa buttare sul mercato pezzi da 500.000 euro in sù, con un guadagno medio, se si era già proprietari dell’immobile, di ben più del 100%.Nulla di scandaloso.

E’ il mercato si direbbe. Varazze ha dato l’ok per la conversione a tutti gli ex hotel. Solo per ora almeno 700 appartamenti nuovi sul mercato e altri ne arriveranno a breve. Un business stimato in circa 200 milioni di euro che però finiranno in minima parte nell’economia cittadina.

Inevitabile come una delle altre conseguenze la svalutazione del patrimonio immobiliare dei varazzini con prezzi decrescenti su immobili “vecchi”. Eppure, non tutti i Comuni hanno fatto questa scelta. Pietra Ligure ad esempio, ha dato il via alla conversione di ex alberghi ma solo per il 50% dei volumi, mentre per il restante 50% si richiede la costituzione di residence turistici con servizi.

La logica è duplice:

1. dare possibilità a chi non ha 500.000 euro di venire in vacanza a Pietra Ligure in strutture moderne e dunque finalmente attrattive

2. fornire servizi aggiuntivi (guardianaggio, portiere, pulizie ecc.) che danno lavoro locale
E’ una scelta sensata che certo non riduce drasticamente i guadagni da conversione immobiliare.

A Varazze si è stati troppo “ingordi”? Secondo me sì soprattutto se queste scelte mutano e muteranno drasticamente il tipo e la qualità di offerta turistica della città.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*