Il sottile piacere di fare pagare le tasse

Tasse. Da anni oramai ci chiediamo quale sia il destino dei proclami che vedevano lanciato il Comune di Varazze per ottenere Fondi Europei (o per lo meno provarci) per il periodo 2014-2020. Non da solo, nessuno pretende tanto. Esiste anche uno sportello della Regione Liguria (che ha anche una sede apposta a Bruxelles)  per assistere i Comuni.

Sarebbe interessante sapere, se e quanti progetti sono stati presentati dopo quattro anni dal Comune di Varazze (ora, non un mese prima delle elezioni comunali), quanti sono stati finanziati e per che cosa, quante partnership sono state attivate con altri Comuni e realtà territoriali. Invece nessuno sa niente. As usual, anche se forse potremmo aspettare gli incontri semestrali con i cittadini mai avvenuti e promessi all’inizio del mandato.

Oggi la notizia dei 19,5 milioni ottenuti dal Comune di La Spezia per importanti lavori di riordino della città.

Sono soldi. E consentirebbero di dover chiedere meno tasse. Soldi per fare cose e magari chiederne un pò meno di quanti ne sta chiedendo l’assessore competente Manna ai cittadini di Varazze, con una pressione fiscale complessiva che sta ancora crescendo sulla testa dei varazzini.

1 Comment

  1. Se lei va sul sito del Comune di Varazze e apre la pagina della giunta nell’elenco dei consiglieri delegati trova “CESARE PUTIGNANO – fondi comunitari, affari legali”.
    Per sapere quanti progetti ha presentato il comune di Varazze, quanti sono stati finanziati e per che cosa, basta chiederlo a lui.
    Cosa ne dice se con il suo prossimo articolo fa una lettera aperta al consigliere Putignano e lo invita a rispondere alla cittadinanza?
    Altrimenti glielo faccia chiedere alla vecchia!!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*